NOI

IDEE E PASSIONE

Le origini della nostra azienda risalgono ai primi anni ’60, quando i nostri padri si affacciavano alla nobile arte dell’intarsio nella bassa bergamasca, più precisamente nella zona geografica denominata “GERA D’ADDA”, zona mondialmente riconosciuta come capitale dell’intarsio e del mobile d’arte.
La passione per questo antico mestiere, la riservatezza e il rispetto verso il cliente ci sono state trasmesse attraverso i loro preziosi insegnamenti nei propri laboratori.
Col passare del tempo, la lavorazione ad intarsio ha avuto notevoli cambiamenti grazie alla tecnologia laser applicata al disegno CAD/CAM, che unita all’esperienza artigianale acquisita dai nostri maestri, garantisce una migliore precisione.
Oggi la nostra azienda è in grado di offrire, anche grazie a fidati e competenti collaboratori, un prodotto di notevole pregio ed è aperta alla continua ricerca di nuove soluzioni; quindi : TRADIZIONE e INNOVAZIONE.

INTARSIO

DALLE ORIGINI AI GRANDI MAESTRI

La tecnica dell’intarsio ha origini antichissime, il termine “tarsia” deriva dall’arabo “tarsi” e fu dato ai primi lavori certosini in cui i motivi ornamentali traevano ispirazione dagli intarsi marmorei mussulmani. L’uso della tecnica certosina si sviluppò soprattutto in Veneto e Lombardia grazie anche ai numerosi contatti commerciali che la Serenissima aveva con il Medio Oriente.
Il Quattrocento fu il periodo di massimo splendore per la tarsia, merito soprattutto degli studi sulla prospettiva fatti da grandi artisti come Brunelleschi e Piero della Francesca.
Nel Seicento la tipologia dell’intarsio prevedeva l’uso di materiali ed essenze diverse, come l’avorio, le pietre dure, il rame e l’ottone accostati a tartaruga o a legni di radica. Figura centrale dell’epoca fu certamente l’ebanista che trae il suo nome dal legno di ebano di colore nero, che fu spesso usato in questo secolo per far risaltare i materiali che gli venivano accostati. L’artista di riferimento del periodo fu sicuramente Charles Boulle presso la corte parigina di Luigi XIV.
L’inizio del Settecento fu segnato dallo stile Barocco, con la massima esaltazione delle forme decorative nel Barocchetto e Rococò. Nel corso di questo secolo, con la fine dell’epoca del Rococò e l’avvento del Neoclassicismo lo stile dell’intarsio cambia genere, passando alla riscoperta delle forme classiche; i soggetti trattati in questo periodo riprendono scene mitologiche, fantasie architettoniche e tutti quei temi che prendevano spunto dal mondo classico.
Massimo esponente del gusto Neoclassico nell’ambito della produzione del mobile lombardo fu Giuseppe Maggiolini che portò la tecnica dell’intarsio a risultati eccezionali sia per la bravura dell’esecuzione sia per la qualità del disegno.

BOULLE

MAGGIOLINI

TRADIZIONE

ARTIGIANALITA’ E ORIGINALITA’

La tecnica dell’intarsio si basa in sostanza sul contrasto armonico di vari tasselli di impiallacciatura di legno (solitamente 6/10 di mm.) di diversa essenza e venatura, sapientemente combinati talvolta anche con lamine metalliche (ottone, rame, ecc.) ed altri materiali come, per esempio, madreperla.
Generalmente l’intarsio è eseguito partendo da un disegno che poi viene tagliato con l’ausilio di seghetti finissimi, seguendo tutte le svolte, le sinuosità, le morbidezze del disegno stesso ed ottenendone vari pezzi, che, a traforo finito, costituiranno le “tessere” per la ricostruzione del disegno originale.
Molto spesso, tali “tessere” prima di essere ricomposte, vengono immerse in sabbia scaldata su un apposito fornello per essere “ombreggiate”. Questa tecnica consente di dare un’ombra e di conseguenza profondità alle “tessere” stesse, che altrimenti risulterebbero piatte a lavorazione completata.
Ultima importante fase è la ricomposizione dell’intarsio, nella quale l’intarsiatore assembla le “tessere” che ritiene più adeguate su un supporto adesivo.
Ora il pannello assemblato è pronto per passare alla fase di incollaggio su un supporto di spessore più alto, alla levigatura ed infine alla lucidatura.

INNOVAZIONE

TECNOLOGIA E EFFICIENZA

Il laser è di gran lunga la soluzione migliore per il legno se si vuole la massima precisione. Come la carta ed il cartone, anche il legno è infatti un ottimo supporto “neutro” che ben si presta a lavorazioni di incisione, taglio e marcatura.
TAGLIO: il laser taglia perfettamente senza lasciare schegge, non intacca i bordi e la superficie dell’oggetto. Il taglio è preciso, liscio, netto ed è possibile effettuare anche forme particolarmente complesse, grazie all’uso di programmi di disegno come Autocad, lasciando libero sfogo alla fantasia. Gli scarti sono minimi e dipendono solo dal disegno originale. Il raggio laser non ha spessore a differenza di qualsiasi tipo di lama e questo lo rende adatto per il taglio di sagome e forme con dettagli molto piccoli e ricercati.
MARCATURA E INCISIONE: il laser può marcare e incidere qualsiasi tipologia di legno (legno massiccio, mdf, multistrati, fogli impiallacciati, ecc.), plexiglass e svariati materiali. L’incisione risulta scura poiché derivata dalla micro-combustione del legno. Grazie all’estrema versatilità della strumentazione e all’abilità dell’operatore è possibile scegliere la profondità dell’incisione e correggerla in fase di lavorazione, creando così un gioco di chiaro-scuro molto ricercato che, combinato alla venatura naturale del legno, può regalare un’immagine unica e suggestiva.
Per la marcatura, il materiale più elegante e per questo utilizzato in diversi settori, è sicuramente il plexiglass. Trasparente, bianco, colorato e resistente, il plexiglass è estremamente versatile; lo si può ritrovare negli espositori, nelle targhe, nei quadri, nelle teche…
Come il vetro, il plexiglass può essere inciso e tagliato . Tarando opportunamente il raggio proveniente dalla sorgente è possibile effettuare tagli netti e trasferimenti di disegni vettoriali e immagini bitmap replicabili innumerevoli volte.

GALLERIA

INTARSIO (81)

INTARSIO (6)

INTARSIO (4)

INTARSIO (2)

INTARSIO (7)

INTARSIO (6)

INTARSIO (5)

schizzo

IMG-20180430-WA0000

IMG-20180430-WA0001

IMG-20180430-WA0002

IMG-20180430-WA0003

IMG-20180430-WA0004

IMG-20180430-WA0005

IMG-20180430-WA0006

IMG-20180430-WA0007

IMG-20180430-WA0008

LASER (9)

LASER (7)

LASER (6)

LASER (5)

LASER (4)

LASER (3)

LASER (2)

LASER (1)

MAGGIOLINI

BOULLE

CONTATTI

seguici_su_facebook_logo

interno

DOVE SIAMO

SE AVETE DOMANDE O VOLETE RICHIEDERE INFORMAZIONI COMPILATE IL FORM SOTTOSTANTE.

Send us a message

  • Informazioni di Contatto

    DB Intarsi e Taglio Laser srl
    Via degli Artigiani n° 17
    24040 Fornovo San Giovanni (BG) Italia

    Contatti

    Tel: +39.0363.545970
    Fax: +39.0363.545970
    P.IVA. 03942220165
    Email: info@dbintarsi.com